Skip to main content

Compiler

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>Che cosa significa Compiler?

Un Compiler (traduttore inglese) è un programma per computer che traduce il codice scritto in un linguaggio di programmazione (il linguaggio sorgente) in un altro linguaggio di programmazione (il linguaggio di destinazione). Il termine Compiler è usato principalmente per programmi che traducono il codice sorgente da un linguaggio di programmazione superiore (ad esempio C++, Java o Python) in un linguaggio di programmazione inferiore (ad esempio linguaggio assembly, codice oggetto o codice macchina) per creare un programma eseguibile.

I linguaggi di programmazione superiori sono più leggibili dagli esseri umani e sono quindi la forma preferita di linguaggi di programmazione per lo sviluppo di programmi.

Principio

Un Compiler esegue tipicamente le seguenti operazioni:

  • Pre-elaborazione,
  • analisi lessicale,
  • parsing (conversione in un formato per l’analisi semantica, cioè di significato),
  • analisi semantica,
  • Conversione del codice in formato per l’ottimizzazione e la conversione finale,
  • ottimizzazione del codice,
  • generazione di codice.

Compilatore incrociato

Un cross-compilatore crea codice eseguibile per una piattaforma diversa da quella su cui viene eseguito Compiler. Per esempio, un Compiler che gira su un PC Windows ma genera codice che gira su uno smartphone Android è un crosscompiler.

Interprete

Un interprete è una forma speciale di Compilers. È un programma per computer che esegue istruzioni. È un programma per computer che esegue le istruzioni di un linguaggio di programmazione designato (che in questo caso si chiama linguaggio di scripting) direttamente, senza che le istruzioni debbano essere prima compilate in un programma in linguaggio macchina.


Avete altre domande?

Vi preghiamo di contattarci


Ulteriori contenuti