Skip to main content

Gigabyte (GB)

Cos’è un gigabyte?

Chiunque ricordi gli anni ’90 sa quanto astronomicamente grande fosse allora un hard disk con un Gigabyte (GB): nel 1995, si doveva essere in grado di riempire 1000 megabyte di spazio di archiviazione con i propri dati. Il termine Gigabyte è un composto del prefisso greco “giga” per miliardi e “byte” per la più piccola unità indirizzabile nei sistemi informatici. In questo articolo spieghiamo da dove viene il termine Gigabyte e come viene usato in pratica.

In cosa consiste un Gigabyte (GB)?

Prima di guardare Byte, dobbiamo prima dare un’occhiata al bit: in informatica, un Byte è un’unità composta da otto cosiddetti bit. Questi bit sono, matematicamente parlando, gli stati di commutazione 1 e 0 o fisicamente “corrente” e “nessuna corrente”. Nelle diverse composizioni, i bit generano i diversi Bytes in cui un computer elabora le informazioni, le salva nella RAM o le memorizza su un dispositivo di memoria di massa (disco rigido, scheda SD).

Nei primi tempi dei computer, il kilobyte, che oggi è rilevante solo per documenti di testo o piccole immagini, era l’unità di misura comune. I formati di memorizzazione comuni a quel tempo, come il floppy disk, contenevano alcuni 100 kilobyte fino a 1,44 megabyte. Con l’avvento dei dischi rigidi, che inizialmente erano di pochi megabyte, ma che raggiunsero rapidamente capacità di centinaia di megabyte, la soglia del gigabyte, cioè di un miliardo di Bytes su un supporto dati, si è vista per la prima volta all’orizzonte. Al più tardi all’inizio del XXI secolo, i dischi rigidi con una capacità di memorizzazione di uno o più Gigabyte (GB) erano lo standard comune nei sistemi informatici industriali e privati.

YouTube

By loading the video, you agree to YouTube’s privacy policy.
Learn more

Load video

Il Gigabyte oggi: l’unità di misura digitale del XXI secolo

Oggi, una memoria di oltre un gigabyte, sia per la memoria di massa fissa che per la RAM, si può trovare in quasi tutte le tasche. Gli smartphone top di gamma di oggi hanno dimensioni di memoria di diversi 100 GB, e le RAM con 4,8 o 16 GB hanno raggiunto da tempo il miliardoByte.

Info

Lo spazio effettivo richiesto per queste memorie di massa, un tempo astronomicamente grandi, diminuisce di anno in anno: mentre circa 20 anni fa era necessario un disco rigido molto grande e meccanicamente estremamente fragile per una capacità di memorizzazione di circa 100 Gigabyte (GB), oggi questa quantità si adatta a un minuscolo tipo di memoria della dimensione di un’unghia umana.

Tuttavia, il Gigabyte ha smesso da tempo di essere la più grande unità di stoccaggio nell’uso quotidiano. Nei PC e nelle workstation, le dimensioni della memoria di massa di diversi Terabyte sono state stabilite da tempo, e nei sistemi di editing video e nelle workstation grafiche in particolare, il bisogno di memoria cresce non solo di anno in anno, ma piuttosto di mese in mese. Nel campo del Cloud computing, dove grandi quantità di dati sono immagazzinate su server centrali, l’unità di misura petabyte si è affermata per le enormi quantità di dati nelle server farm. La soglia successiva più grande, il cosiddetto exabyte, è stata superata per il traffico internet globale per la prima volta nel 2004. Tuttavia, ci vorrà probabilmente del tempo prima che un PC domestico abbia un exabyte, cioè un miliardo di Gigabyte (GB) nella sua memoria. Tuttavia, questo è stato detto anche del megabyte nel 1985.

Altri link

https://www.computerweekly.com/


Avete altre domande?

Vi preghiamo di contattarci


Ulteriori contenuti