Skip to main content

Kanban

Cos’è Kanban?

Quando si parla di sviluppo agile, molte persone pensano alla popolarissima metodologia SCRUM. Ma SCRUM non è l’unico modo di applicare la gestione agile dei progetti in un’azienda. Kanban è un altro metodo che è già stato sperimentato in molte aree ed è usato con grande successo.

Storia dello sviluppo

Il sistema è nato in Giappone. La casa automobilistica giapponese Toyota, ricca di tradizione, ha sviluppato il metodo per le sue esigenze interne già nel 1947. A quel tempo, Toyota ha ottimizzato il flusso dei materiali utilizzando il nuovo sistema. L’azienda voleva eliminare i colli di bottiglia e, allo stesso tempo, evitare stock eccessivi di materiale di produzione. Il risultato di questi sforzi è ora conosciuto come il “metodo pull”, poiché la fornitura viene richiesta solo quando le scorte sono prossime alla fine.

Vantaggi per la gestione del progetto

I team che utilizzano il sistema vogliono principalmente ottimizzare il flusso di lavoro e allo stesso tempo migliorare la produttività e la qualità del prodotto finale. Kanban appartiene ai cosiddetti “metodi agili” e, come tale, permette di organizzare le fasi di lavoro in modo estremamente flessibile. I compiti sono suddivisi in passi più piccoli ed elaborati uno dopo l’altro. Il passaggio al nuovo metodo di solito non causa ulteriori problemi. A differenza di altri sistemi simili, il metodo Kanbanpuò essere integrato rapidamente e facilmente nei processi esistenti. Questo è realizzato in modo così aperto che è possibile utilizzare altri metodi come Scrum oltre al sistema Kanban.

YouTube

By loading the video, you agree to YouTube’s privacy policy.
Learn more

Load video

Una panoramica su come funziona

Al centro del sistema c’è il cosiddetto “Kanbanboard, che serve a visualizzare le fasi di lavoro. Tutti i compiti sono visualizzati su una lavagna che può essere vista da tutti i membri del team. Questa lavagna può essere, per esempio, una normale bacheca o una lavagna bianca. I compiti individuali sono chiaramente visualizzati sulla lavagna, per esempio sotto forma di schede.
La tavola stessa è divisa in almeno tre colonne. Sul lato sinistro c’è il backlog, dove sono raccolti tutti i compiti in sospeso. Questa è seguita dalla colonna in cui sono collocati tutti i compiti che devono essere lavorati al momento. Questa colonna è chiamata Work in Progress (WIP). Le carte si muovono da sinistra a destra e passano attraverso tutti i passaggi fino ad arrivare alla colonna finale con le carte completate. Un totale di cinque diverse pratiche possono essere definite da Kanban, vale a dire:

  • Visualizzazione
  • Limitazione
  • Gestione
  • Regolamento
  • Feedback

Vantaggi e svantaggi di Kanban

Pro
  • facile integrazione
  • ottimizzazione continua dei flussi di lavoro
  • maggiore trasparenza
Contra
  • Tuttavia, ci sono anche alcuni svantaggi. Per esempio, è imperativo che il processo di lavoro possa essere effettivamente diviso in fasi individuali. Se questo non è possibile, allora il sistema completo non ha senso. Un'altra ragione per cui il sistema non è la soluzione perfetta per ogni squadra deriva dalla sua alta flessibilità. Kanban assicura che i problemi in una stazione diventino visibili rapidamente e che le capacità possano essere spostate secondo le necessità. Tuttavia, questo è possibile solo se le capacità sono effettivamente disponibili.

Conclusione

Kanban è un metodo agile che è caratterizzato da una flessibilità di prima classe e può mostrare tutto il suo potenziale soprattutto nel campo dello sviluppo del software.

Avete altre domande?

Vi preghiamo di contattarci


Ulteriori contenuti