Skip to main content

Marketing virale

Il marketing virale utilizza Facebook, Instagram e altri social media per diffondere un messaggio. Quali sono i gruppi di riferimento e che ruolo gioca il destinatario del messaggio pubblicitario nel marketing virale?

Cos’è il marketing virale?

Il marketing virale si riferisce a un tipo di pubblicità che si diffonde quasi da sola a causa di un alto valore di intrattenimento. La pubblicità self-running è adatta al branding o alle campagne aziendali.

“Virale” descrive la caratteristica di diffondersi, che viene paragonata a un virus infettivo: Una volta infettato, il virus si diffonde da solo tra i contatti.

Come funziona il marketing virale?

Il marketing virale funziona con certi elementi per innescare e mantenere un effetto AHA. Una delle prime campagne virali di successo nella storia della pubblicità tedesca fu il video musicale “Supergeil” con Friedrich Liechtenstein.

YouTube

By loading the video, you agree to YouTube’s privacy policy.
Learn more

Load video

L’effetto speciale è raggiunto dal video in cui un signore anziano presenta sorprendentemente la propria forma di “coolness” in una canzone che equipara il certo status della sua vita allo shopping nella catena Edeka. Con più di 20 milioni di visualizzazioni su Youtube e un rapido aumento della parola di ricerca “super cool”, gli effetti si sono sentiti anche negli Stati Uniti.

Elementi tipici e carattere delle campagne virali:

  • Umorismo
  • Clip con carattere di cortometraggio
  • Collaborazioni (per esempio con influencer)
  • Clip di musica
  • Impatto emotivo

Gruppo target in primo piano

I social media permettono un’analisi molto precisa del gruppo target, ad esempio per quanto riguarda la provenienza, l’età, il sesso o il comportamento di navigazione, e offrono quindi buone condizioni per promuovere campagne in modo mirato e valutare il loro impatto.

Il gruppo di età dei millenials può essere identificato come il gruppo centrale per il marketing virale. Pertanto, le intersezioni del marketing virale e del marketing millenial sono date: Fornisci una storia in cui il gruppo possa identificarsi e lavorala in modo tale che possa essere rapidamente notata e diffusa sui social media e sui dispositivi mobili.

Lafascia d’età dei Millenials oggi comprende il gruppo dai 20 ai 30 anni, cioè clienti potenziali con un’affinità per la tecnologia, un crescente potere d’acquisto e un alto livello di attività su YouTube, Facebook, Instagram, TikTok e altre piattaforme.

Info

L’attività sui social media dei gruppi target permette la diffusione virale delle campagne. Il marketing virale è spesso avviato da inserzioni pubblicitarie a pagamento, ma la maggior parte della sua portata proviene dalla diffusione attiva degli utenti stessi.

Il destinatario del marketing diventa allo stesso tempo il mittente. È importante che, come nel marketing dei millenial, il gruppo target possa identificarsi con il messaggio e condividere esperienze, sfondi emotivi, divertimento o una risata.

Marketing virale: possibilità e limiti

Il marketing virale è un modo eccellente per dare una nuova mano di vernice a un’azienda e irradiare una certa immagine. Oltre al branding aziendale, riesce anche a promuovere campagne.

Il marketing virale non deve sempre essere la super campagna d’immagine che viene condivisa milioni di volte in tutto il mondo. Anche un buon contenuto che raggiunge cerchie di potenziali clienti grazie alla sua attualità e all’alto contenuto informativo può avere un grande impatto senza un grande budget.

Il limite del marketing virale diventa evidente quando si devono offrire informazioni concrete. Il compito delle campagne virali nei social media è piuttosto quello di suscitare interesse per vagliare poi i clienti. L’obiettivo del marketing virale è di attirare l’attenzione di una cerchia più ampia possibile su una marca o un prodotto.

È sempre importante dare al buon contenuto la scintilla iniziale nei posti giusti:

Niente diventa virale da solo, devi spingere il tuo messaggio al tuo pubblico in modo che possa condividerlo. Quando ottieni un grande pezzo di contenuto, che sia scritto, un video o un’infografica che risuona con il tuo pubblico, hai bisogno di metterlo di fronte a quel pubblico. https://www. forbes.com/

Avete altre domande?

Vi preghiamo di contattarci


Ulteriori contenuti